Il nostro sito utilizza i cookie. Entrando si accettano i termini e le condizioni di utilizzo dei cookie.

CONCORSO NAZIONALE “CREARE CON L’ELETTRONICA" 2017

CONCORSO NAZIONALE “CREARE CON L’ELETTRONICA" 2017

Tre alunni della Classe 5aB, articolazione “ELETTRONICA”, hanno partecipato al Concorso Nazionale “Creare con l’Elettronica 2017” che si è svolto in data 27 maggio 2017 a Napoli.

 


In particolare si sono distinti:

1. Il progetto presentato dall’alunno Luca De Marchi, denominato “Cascata Programmabile”, che si è classificato al 1° Posto per la “creatività”. Il progetto, realizzato interamente con apparecchiature in dotazione alla scuola e messe a disposizione da aziende locali (ODE con sede a Colico e VAL-PO-CI con sede a Cercino), riguarda la realizzazione di un oggetto di design in grado di riprodurre e comporre “giochi d’acqua” (disegni e scritte) con l’acqua. Ciò avviene mediante l’azionamento di N. 50 elettrovalvole collocate in posizione orizzontale sul bordo superiore della struttura. Le scritte ed i disegni vengono realizzati attraverso la presenza e/o assenza di caduta dell’acqua, utilizzando le elettrovalvole in grado di aprire e chiudere ciascuno dei 50 getti. L’acqua utilizzata per la composizione dei giochi viene in seguito interamente recuperata con N. 2 pompe di sentina che la riportano sulla sommità della struttura con successiva reimmissione alle elettrovalvole. Il sistema è in grado di riprodurre (teoricamente) infinte combinazioni di giochi d’acqua attraverso la programmazione della logica di comando, realizzata con μcontrollore dedicato. Il sistema può infine essere ulteriormente implementato per ottenere giochi di luce colorati attraverso l’utilizzo di apposite strisce LED RGB (appositi chip SMD che integrano LED sia rossi che verdi che blu) e per la sua gestione mediante apposita applicazione IOS/Android (sistemi operativi preinstallati sulla maggior parte degli smartphone in commercio).


2. Il progetto presentato dall’alunno Mattia Canclini, che ha ricevuto l’attenzione ed il plauso di azienda operante nel campo della criminologia forense, prevede la realizzazione di un equalizzatore grafico a 31 bande software con la possibilità di pre-caricare una playlist di tracce audio da riprodurre. Il risultato dell’elaborazione viene riportato sulla scheda audio di un PC che si occuperà dell’amplificazione e della riproduzione finale del suono. A ciò si aggiunge una periferica USB per la gestione dei cursori dell’equalizzatore. A tal scopo si è deciso di utilizzare un ambiente di programmazione grafico per lo sviluppo del software principale, mentre per quanto riguarda la gestione della periferica ci si è rivolti al classico linguaggio di programmazione C per PIC con il software MikroC.