Il nostro sito utilizza i cookie. Entrando si accettano i termini e le condizioni di utilizzo dei cookie.

Esami di Stato: risultati ECCELLENTI per gli studenti dell'ITIS

Esami di Stato: risultati ECCELLENTI per gli studenti dell'ITIS

L'ITIS "VOLA"

Luigi Bana (5E informatica), Francesco Riboli (5F meccanica), Claudio Caspani (5C elettrotecnica), Andrea Sassella, (5C elettrotecnica) si sono aggiudicati il 100 e lode.

Paolo Bordoni (5C elettrotecnica), Andrea Mazzoleni (5A meccanica), Marco Bordoni (5D informatica), Lara Bruseghini, (5D informatica), Marta Lenatti (5E informatica) hanno ottenuto 100 centesimi.

Vedi articolo de “La Provincia di Sondrio”

Bravissimi pure tutti gli altri studenti.

 

Le commissioni giudicatrici hanno valutato, oltre che la preparazione degli studenti, anche la cosiddetta "tesina", un approfondimento sulle materie di studio con cui si apre il colloquio finale di maturità.

Tutti gli allievi dell'ITIS hanno sviluppato idee molto interessanti, e diverse hanno vinto vari concorsi a premi, ma alcuni di loro toccano le corde dell'immaginazione dell'uomo con il loro progetto: volare.

Marco Bordoni, della 5^D informatica, ha costruito un aeromodello dalle caratteristiche impressionanti: un paio di metri di lunghezza con una apertura alare di analoghe misure, motore a turbina che consente all'aeromobile una velocità di 300 Km orari, controllo a radiocomando e tracciatura del volo su mappa google in tempo reale, nonché ripresa video ad alta definizione. Lo scopo del sistema è quello di monitorare il territorio e l'ambiente su vaste aree in maniera veloce e precisa, come una sorta di drone civile.

Lo studente ha assemblato l'aviogetto, allestito le centraline programmate in linguaggio macchina e preparato il programma Android per la schematizzazione del percorso sulla carta geografica in internet. Grazie a un server web presente su Altervista, opportunamente programmato dallo studente, si può controllare il volo, insieme ad altri parametri, in tempo reale.

Francesco Riboli e Michele Corlatti, della 5^F meccanica, hanno invece progettato e realizzato autonomamente un motore a impulso di straordinarie dimensioni: più di due metri di lunghezza. Questo tipo di motore ha un funzionamento relativamente semplice e viene utilizzato dalla Boeing su alcuni suoi aeroplani. Il pulsoreattore realizzato dai ragazzi non è efficiente come gli esemplari reali ma funziona. La compressione dell'aria captata avviene dinamicamente, senza la necessità di un compressoree la combustione avviene in maniera intermittente fornendo una spinta ad impulsi.

Marco e Francesco, entrambi appassionati di aviazione fin da piccoli, hanno dato i primi esami per poter entrare in aeronautica militare: Marco come pilota e Francesco come ingegnere progettista. Dopo vari test fisici e psicoattitudinali hanno recentemente avuto la notizia del buon esito dell'ultima prova - tema di italiano - svolta a Pozzuoli: lì torneranno a breve per il tirocinio. Se passeranno anche le ultime selezioni coroneranno il loro sogno di entrare in aeronautica.

aereo bordoni
 pulso reattore Riboli Corlatti