Il nostro sito utilizza i cookie. Entrando si accettano i termini e le condizioni di utilizzo dei cookie.

4^ Incontro con gli esperti

4^ Incontro con gli esperti

esperti 4 20 02 2016 min1     esperti 4 20 02 2016 min2

Nell'ambito dell'iniziativa "Incontri con gli Esperti", arrivata al 4^ appuntamento, sabato 20 febbraio è venuto a trovarci il dottor Massimo Moizi di Accenture, multinazionale di consulenza aziendale, di servizi tecnologici e strategici.

Il suo intervento si è rivelato prezioso per lo sguardo che ci ha dato verso una realtà aziendale molto più ampia, variegata e diversa da quelle che abbiamo visto nei precedenti incontri, con interessanti considerazioni anche dal punto di vista economico.
La società ha 370.000 dipendenti nel mondo, e più di 11.000 in Italia. Ha importanti clienti internazionali e, nel nostro paese, istituti di credito, grosse aziende del settore alimentare, del lusso, dell'automotive si affidano ai suoi servizi.
L'informatica è lo strumento base per l'attività dell'azienda, che produce software in proprio, utilizza software di terze parti e sviluppa sistemi integrati per una vastissima gamma di ambiti produttivi.
Il dottor Moizi si occupa dell' analisi di grosse moli di dati per fornire informazioni a valore aggiunto, per estrapolare tendenze e correlazioni, per interpretare in modo scientifico i comportamenti del consumatore. In questo modo il management delle aziende clienti di Accenture è in grado di prendere le decisioni in modo "informato", di prevedere con un maggior grado di precisione le tendenze di mercato o l'andamento di un determinato fenomeno, ciò che si chiama "businnes intelligence".
Moizi collabora con colleghi di tutto il mondo e assiste clienti di diverse nazioni: per questo parla dalla mattina alla sera in inglese. Ha quindi sottolineato come la conoscenza della lingua sia un fattore determinante per tutti i lavori dell'Information Technology.
Ha poi parlato del modello lavorativo della sua azienda, ove i dipendenti sono sparsi in tutto il mondo e lavorano raramente negli uffici tradizionali, e sempre più spesso da casa.
Le informazioni e le applicazioni sono sempre meno presenti nei data center aziendali tradizionali, che si riducono sempre di più, in favore dei sistemi cloud.
Dopo una analisi del settore ICT in Italia e delle prospettive di lavoro in questo campo, il dottor Moizi ha incoraggiato gli studenti a continuare gli studi, ad ampliare i propri orizzonti in preparazione a un mestiere che ha tanto da offrire.
Si è aperto poi un dibattito in cui gli allievi hanno chiesto varie informazioni sulla Accenture, sui criteri generali che segue una azienda quando deve assumere personale, sulle caratteristiche di continuo mutamento di questo lavoro.

GBT

mr 2015 02 20 095843dsc 8533